Home > News su Android, tutte le novità > Google: il marchio “Glass” crea problemi

Google: il marchio “Glass” crea problemi

Il marchio “Glass” ancora non è stato concesso a Google. Le notizie giungono nelle ultime ore da parte dell’ufficio brevetti degli Stati Uniti. Infatti, ci sono dei motivi ben precisi per i quali il marchio “Glass” sta creando problemi al colosso di Mountain View. A dirla tutta, la parola glass ha un significato ben preciso in inglese (viene utilizzata per indicare vetro, bicchieri, etc.), quindi è facile capire come mai negli Stati Uniti possa aver creato confusione l’utilizzo della parola e, sopratutto, il marchio “Glass”.

il marchio "Glass"

Sono stati registrati già diversi brevetti (specialmente tecnologici) che, al loro interno, fanno uso della parola Glass, come Microsoft SmartGlass. Inoltre, le leggi federali parlano chiaro: non possono essere utilizzate parole puramente descrittive per registrare un brevetto e, stando al giudizio dell’ufficio brevetti, Glass è una di queste parole.

Ad ogni modo, Google ha risposto prontamente mostrando un numero ragguardevole di articoli che mettono in chiara evidenza come ci sia poca indecisione, da parte degli utenti, sull’utilizzo della parola “Glass”. Attenzione, tuttavia, a non confondervi sull’uso di un’altra parola: “Google Glass“. Quest’ultimo marchio, infatti, è già di proprietà del colosso di Mountain View, il quale è riuscito ad ottenerlo senza troppi problemi, una pratica ben diversa da quella che vedremo per il marchio “Glass”. Voi cosa ne pensate?

Fonte