Home > News su Android, tutte le novità > Cyanogenmod 11 su Galaxy Nexus: recensione

Cyanogenmod 11 su Galaxy Nexus: recensione

Qualche giorno fa il team Cyanogenmod ha avviato il rilascio delle custom rom CM11 Nightly. Abbiamo visto qui su Androidblog.it anche la lista completa di tutti i dispositivi supportati e ora vediamo di recensire il funzionamento della Cyanogenmod 11 su Galaxy Nexus. La guida completa per l’installazione della Cyanogenmod 11 su Galaxy Nexus la trovate qui.

Partiamo da una considerazione necessaria: la versione provata è la seconda Nightly ufficiale, quindi non possiamo aspettarci la fluidità e la reattività evidenziate dalla CM10.2. Vediamo ora di analizzare il funzionamento della Cyanogenmod 11 su Galaxy Nexus nel dettaglio:

  • Fluidità e reattività.

Da migliorare notevolmente. Premesso che la Cyanogenmod ufficiale non è mai stata la custom rom più performante su Galaxy Nexus (SlimBean e XenonHD per citarne due garantiscono prestazioni superiori alla CM10.2), la Cyanogenmod 11 a causa anche del “fresco” rilascio ha qualche impuntamento per quanto riguarda il launcher predefinito (lag molto evidenti) e il browser stock. È comunque possibile navigare tranquillamente (alcuni dispositivi con rom stock hanno un browser peggiore)

  • Stabilità

In due giorni di test nella quale ho provato anche una versione unofficial della CM11 il telefono ha avuto un solo crash nel browser. Tra l’altro si è automaticamente chiusa la scheda e aprendone un’altra ho ripreso la navigazione senza dover riavviare il browser. Non parte,invece, la navigazione in incognito. Tentando di avviarla il browser crasha.

L’audio del Galaxy Nexus non è mai stato da “spaccare i timpani” e la Cyanogenmod 11 non fa miracoli in questo senso. Audio e video nella norma.

  • Batteria

In linea con le CM10.2. Purtroppo l’autonomia è sempre stato il punto debole del Samsung Galaxy Nexus. Tra tutte le custom provate sul Galaxy Nexus la Cyanogenmod è una delle più parsimoniose a livello di batteria. Resta comunque “un’impresa impossibile” arrivare a fine giornata con un uso molto intenso.

  • Applicazioni di sistema

Il team Cyanogenmod ha realizzato una rom molto spartana. Come potete vedere dagli screenshot in galleria non c’è quasi nulla. Molte applicazioni sono state installate da recovery con il pacchetto Gapps. Manca un player multimediale universale, quindi bisogna scaricarlo subito dal Play Store.

  • Root

Dimenticate i problemi avuti inizialmente nella gestione del root con Android 4.3 Jelly Bean. Con le CM11 avete Superuser perfettamente funzionante e pronto all’uso.

  • Connettività Wifi

L’instabilità del segnale WiFi si è rivelato nel corso degli anni un difetto importante del Galaxy Nexus. Con questa CM11 Nightly non ho avuto nessun problema anche a notevole distanza dal modem/router. Anche con una sola tacca di segnale è comunque possibile navigare tranquillamente.

Considerazioni finali: qualche settimana fa si parlava di una notevole difficoltà nel portare Android 4.4 Kitkat su Galaxy Nexus a causa del processore Texas Instruments non più supportato. Beh, questa CM11 è la risposta a tutte queste perplessità: Android 4.4 Kitkat funziona e anche piuttosto bene sul Samsung Galaxy Nexus. Sicuramente da migliorare la fluidità e la reattività ma comunque si tratta di una custom rom che volendo potrebbe essere già utilizzabile nell’uso quotidiano.