"Skin ADV

Benvenuti su AndroidBlog

News, recensioni, video prove, articoli sul mondo Google Android e sui terminali Android.

Home News “App in Black” per risparmiare batteria?

“App in Black” per risparmiare batteria?

i iNews i29 gennaio 2012

5

Market black App in Black per risparmiare batteria? news

ERRATA CORRIGE: Mi scuso per l’errore riportato in fase di stesura dell’ articolo, dovuto ad uno sbaglio durante la consultazione delle fonti, per la scrittura dello stesso. Se uno schermo oled visualizza un’ immagine nera, abbatte decisamente i consumi. Ciò non accade con uno schermo Lcd che consuma ugualmente energia anche se visualizza una schermata nera. Grazie ai lettori che hanno segnalato l’errore.

Quello della batteria, si sa, è un problema che interessa ed affligge molti utenti. Possediamo telefoni sempre più prestanti, ma tutto ciò è inversamente proporzionale alla durata della batteria del nostro smartphone. Si dice che una schermata totalmente nera, faccia consumare meno energia rispetto ad una totalmente bianca. Per questo motivo sono nate molte versioni “in black” del celebre motore di ricerca Google.

La stessa Google ha ammirato l’iniziativa chiedendosi “Is black the new green?”. Il fatto è che una schermata nera non consuma meno di una bianca, ma questa è solo una diceria che con il tempo si è espansa diventando quasi una sorta di credenza popolare.

Su  Rootzwiki alcuni sviluppatori si sono divertiti a modificare alcune Google Apps, donando loro un nuovo look. Una nuova colorazione, dove il nero è il colore dominante. Per quanti di voi seguono l’idea “nero = minor consumo” oppure solamente per chi vorrebbe provare le solite applicazioni ma con un aspetto diverso, consigliamo di dare un’ occhiata. Qui troverete alcune istruzioni e la discussione sull’ argomento.

Per poter installare queste app è necessario che sul vostro terminale sia stato effettuato il root e sia presente una recovery modificata, in quanto le applicazioni vanno installate proprio tramite recovery.

Amanti del nero, fatevi avanti! D’altra parte, il nero non passa mai di moda…

Fonte

  • http://twitter.com/heavyhms @heavyhms

    A dire il vero non si tratta affatto di una "credenza popolare", ma dipende dal tipo di schermo utilizzato: gli schermi amoled e relative varianti per ottenere il nero pieno spengono effettivamente i pixel, riducendo di gran lunga il consumo. Gli schermi lcd necessitano invece di alimentazione, ma anche qui a seconda della tecnologia utilizzata i consumi variano molto da marca a marca

  • http://twitter.com/heavyhms @heavyhms

    L'articolo del blog di Google inoltre fa riferimento ai monitor pc che, almeno per il mercato di massa usano solo tecnologie LCD (con diversi tipi di retroilluminazione) ed è oltretutto datato settembre 2007. A quel tempo la tecnologia AMOLED doveva ancora essere introdotta sul mercato,con l'esclusione della prima apparizione di uno schermo da 2" su un dispositivo Siemens

Scroll To Top