Home > News su Android, tutte le novità > Google incrementa la sicurezza delle password con Chrome 86

Google incrementa la sicurezza delle password con Chrome 86

Google Chrome 86 sicurezza

Google ha avviato il rilascio dell’aggiornamento a Chrome 86 in versione stabile sia su Android che su iOS, migliorando sensibilmente il sistema di gestione e controllo della sicurezza.

In primo luogo, Google sta implementando un programma che non solo riconosce quando una password è stata compromessa, ma porta gli utenti direttamente al modulo “Cambia password” appropriato (funzione simile a quella presente nei principali password manager). Questa funzione sarà attiva sia nelle versioni Android che iOS di Chrome 86.

Per verificare se disponi di password compromesse, Chrome invia una copia dei tuoi nomi utente e password ai server Google utilizzando una forma speciale di crittografia. Ciò consente a Google di confrontarli con elenchi di credenziali note per essere state compromesse, ma Google non può derivare il nome utente o la password da questa copia crittografata.

Ti informiamo quando hai credenziali compromesse sui siti Web, ma può richiedere molto tempo per trovare il modulo pertinente per modificare la password. Per aiutarti, stiamo aggiungendo il supporto per gli URL “.well-known/change-password” che consentono a Chrome di indirizzare gli utenti direttamente al modulo di “modifica password” corretto dopo essere stati avvisati che la password è stata compromessa.

La versione Android di Chrome 86 ha ottenuto anche la funzione Enhanced Safe Browsing, già disponibile per la versione desktop da maggio. Enhanced Safe Browsing condivide i dati con Google in tempo reale e controlla in modo proattivo la presenza di malware e tentativi di phishing nelle pagine web e nei download. Le edizioni Android e desktop del nuovo Chrome riceveranno anche avvisi di moduli dubbi, legati ai form di dati non sicuri incorporato in una pagina HTTPS.

Sul fronte iOS sottolineiamo inoltre che Chrome 86 introduce il supporto al PIN, al Face ID e al Touch ID come sistema di identificazione per accedere al compilatore automatico delle password (su Android è già presente).

Nel caso non aveste ancora ricevuto la notifica di aggiornamento sul vostro smartphone, vi basterà cliccare sul link sottostante che vi riporterà direttamente sulla pagina dedicata del Play Store:

VIA