Home > News su Android, tutte le novità > Google Fit si arricchisce di alcuni video di fitness di YouTube

Google Fit si arricchisce di alcuni video di fitness di YouTube

Google Fit integrazione YouTube

Google ha incominciato a integrare in maniera più profonda la propria iniziativa “Allenati #ConMe” su YouTube con la piattaforma di Google Fit. Attraverso un annuncio ufficiale, abbiamo scoperto che la playlist personalizzata di video “Allenati #ConMe” apparirà adesso anche all’interno dell’app Google Fit.

Nella nuova sezione troverete tutti i tipi di contenuti relativi alla salute e al fitness dei principali creators, come allenamenti a casa, routine di meditazione e consigli per il benessere mentale. I video fanno parte della campagna Stay #WithMe di Google, che incoraggia gli utenti a cercare di continuare a seguire i consigli minimi dell’OMS quando si tratta di attività fisica settimanale, visualizzati come punti nell’app Fit.

Google Fit integrazione YouTube

Non si tratta dunque di una novità vera e propria ma di un’integrazione fra la principale piattaforma di video online al mondo e quella che, almeno nelle intenzioni iniziali di Google, sarebbe dovuta essere la piattaforma principale per la registrazione dei dati di fitness e degli allenamenti su Android (cosa che però non è avvenuta a causa anche del poco successo della piattaforma Android Wear / Wear OS).

Purtroppo non abbiamo alcuna versione aggiornata dell’app Google Fit da farvi scaricare per abilitare sin da subito l’integrazione di YouTube, in quanto si tratta di un aggiornamento che l’azienda sta rilasciando lato server. In altre parole, dovete attendere che il vostro account venga scelto da Google.

Nel caso non aveste mai scaricato l’applicazione di Google Fit sul vostro smartphone (non è quasi mai pre-installata), vi basterà cliccare sul link sottostante che vi riporterà direttamente sulla pagina dedicata del Play Store:

In alternativa, potete scaricare il file APK da installare manualmente (magari se state provando qualche ROM senza accesso ai Google Play Services) attraverso il seguente link. Ricordate però di attivare i permessi per l’installazione di app provenienti da fonti sconosciute, ovvero tutte quelle scaricate al di fuori del Play Store: