Home > News su Android, tutte le novità > Samsung Exynos 9825 ufficiale: ecco il SoC all’interno del Galaxy Note 10

Samsung Exynos 9825 ufficiale: ecco il SoC all’interno del Galaxy Note 10

Samsung Exynos 9825

Poche ore prima che Samsung sveli il nuovo top di gamma Galaxy Note 10, il produttore ha introdotto ufficialmente il chipset Samsung Exynos 9825 che alimenterà i due modelli nel mercato internazionale.

Il SoC è prodotto presso le fabbriche Samsung utilizzando il processo EUV a 7 nm. Utilizzando questo processo, all’interno del nuovo chip è stato possibile inserire più transistor rispetto a quelli impiegati nell’Exynos 9820 a 8 nm. Ciò dovrebbe portare a miglioramenti delle prestazioni dal 20% al 30%, mentre i consumi si attesterebbero dal 30% al 50% in meno.

EUV è l’acronimo di litografia a ultravioletti estremi. Questa è una tecnologia che utilizza raggi ultravioletti per incidere il silicio con dettagli più precisi.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, il Samsung Exynos 9825 è simile all’Exynos 9820 che sostituisce, in quanto è dotato di una CPU personalizzata Samsung, con due core Cortex-A75 per compiti complessi e quattro core Cortex-A55 per operazioni più blande. L’unità di elaborazione grafica (GPU) sul chip è la ARM Mali-G76 MP12 (la stessa di Exynos 9820).

Le differenze le troviamo nelle frequenze di clock, con i core A-75 e la GPU del Samsung Exynos 9825 che possono essere portate a un valore più elevato. La potenza extra dunque la si ha unendo le più alte velocità di clock e l’uso della produzione a 7 nm EUV.

A completare la dotazione tecnica troviamo un’unità di elaborazione neurale integrata (NPU) per aiutare a eseguire le funzioni di intelligenza artificiale per le fotocamere e abilitare, ad esempio, il riconoscimento di oggetti e scene per ottimizzare le fotografie. Viene inoltre utilizzato per apprendere i modelli utente e aiutare le app a precaricarsi più rapidamente. 

Il Samsung Exynos 9825 non è dotato di un modem 5G, il che significa che Samsung dovrà usare il modem esterno Exynos 5100 5G per permettere l’accesso alle reti di nuova generazione al Galaxy Note 10.

VIA