Home > News su Android, tutte le novità > Google Maps AR in test per la navigazione “turn-by-turn”

Google Maps AR in test per la navigazione “turn-by-turn”

Google Maps AR

Gli sviluppatori di Google stanno testando una nuova e potenzialmente rivoluzionaria funzione di Google Maps circa la navigazione “turn-by-turn”. Stiamo parlando della visualizzazione delle indicazioni mediante realtà aumentata.

Secondo il Wall Street Journal che è stato in grado di testare la funzione, durante la ricerca di “coffee shop” e la selezione di uno, è stato in grado di utilizzare un nuovo pulsante “Start AR”. Premendolo, l’app passa rapidamente a una visualizzazione in tempo reale e chiede all’utente di muovere la fotocamera per bloccarla nella sua posizione.

Una volta che Google Maps sa esattamente dove si trova l’utente, l’app abbina la vista dalla fotocamera alle informazioni di Street View memorizzate sui server di Google. Seguendo le enormi frecce che danno le indicazioni, è possibile arrivare alla destinazione corretta. Google afferma che la funzione AR non deve essere utilizzata durante la guida ed è logico, dal momento che richiede un momento ulteriore per focalizzare dove si deve andare.

Lo sviluppatore che sta dietro al progetto di usare la realtà aumentata su Google Maps, Rachel Inman, afferma che la navigazione AR di Google Maps è per quando si è a piedi in una città che non si conosce molto bene. Tra l’altro, se si porta lo smartphone in posizione orizzontale, la modalità AR si spegne per far tornare l’interfaccia utente standard di Google Maps.

Per impedire agli utenti di prestare troppa attenzione allo schermo di fronte a loro e avere un incidente, Google Maps ricorda loro di mettere giù lo smartphone ogni tanto. Se l’utente non tiene conto di tale avviso, lo schermo si oscura automaticamente. Lo fa anche per evitare che la batteria si scarichi troppo.

Potrebbe volerci del tempo prima che Google ritenga che la navigazione AR è pronta per essere utilizzata in maniera stabile. A questo proposito, ci aspettiamo qualche annuncio al prossimo Google I/O 2019.

VIA