Home > News su Android, tutte le novità > Google e Amazon potrebbero rispondere “a tono” alle AirPods di Apple nel 2019

Google e Amazon potrebbero rispondere “a tono” alle AirPods di Apple nel 2019

AirPods

Stando a una nuova nota dell’analista Ming-Chi Kuo che ora lavora per TF International Securities, sia Google che Amazon potrebbero rispondere alle AirPods di Apple con un modello di auricolari completamente wireless nel 2019.

Riteniamo che il successo di AirPods abbia attirato l’attenzione di Google e di Amazon e queste due società lanceranno prodotti simili a AirPods nella seconda metà del 2019“, ha scritto Kuo. “Le spedizioni combinate dei due marchi raggiungeranno probabilmente 10-20 milioni di unità nella seconda metà del 2019. Riteniamo che Google e Amazon siano i principali concorrenti di Apple perché Google è il marchio più influente nell’ecosistema Android e Amazon ha il miglior servizio di assistente vocale“, ha proseguito.

La cosa più vicina agli auricolari wireless in stile AirPods che abbiamo visto da Google sono le Pixel Buds, sebbene siano collegati l’un l’altro con un filo. Quello che Kuo suggerisce è che questi auricolari saranno interamente wireless, proprio come le AirPods. La cosa interessante è che Amazon sta anche cercando di entrare nel mercato, suggerendo che potremmo vedere degli auricolari con supporto ad Alexa nel 2019.

La nota poi continua indicando che “più venditori stanno prestando maggiore attenzione alle vendite di auricolari wireless e agli eventuali miglioramenti a breve termine. Insieme agli smart speaker, potrebbe essere un altro mercato di grande espansione utile a sopperire le spedizioni di smartphone che stanno rallentando“.

Questo è il motivo per cui ritiene vitale che le aziende rilascino auricolari wireless e perché crede che Google e Amazon presenteranno i propri nel 2019. Nel caso di Google, probabilmente saranno i successori dei Pixel Buds, il che significa che sicuramente avranno il supporto a Google Assistant. Per Amazon, come detto in precedenza, probabilmente avranno funzionalità smart grazie al supporto ad Alexa.

VIA. FONTE