Home > News su Android, tutte le novità > Facebook ammette che sono 30 milioni gli account hackerati

Facebook ammette che sono 30 milioni gli account hackerati

Facebook hacker

Facebook ha dichiarato oggi di aver subito la più grande violazione della sicurezza nella sua storia poiché 30 milioni di utenti hanno visto i loro indirizzi e-mail e i loro numeri di telefono compromessi dagli hacker. Quasi la metà di questi 30 milioni ha anche subito un accesso non autorizzato ad altri dati personali, tra cui l’area in cui vivono, la loro religione, lo stato delle relazioni e la cronologia delle ricerche.

Facebook dice che non è sicuro se altri “attacchi su piccola scala” siano coinvolti in questa violazione. Secondo Facebook, gli hacker sono stati in grado di accedere alle seguenti informazioni dai 14 milioni di utenti che sono stati colpiti più duramente dall’attacco: “Username, genere, lingua, stato delle relazioni, religione, città natale, città attuale autodenunciata, data di nascita, tipi di dispositivi utilizzati per accedere a Facebook, istruzione, lavoro, gli ultimi 10 luoghi in cui sono stati registrati o sono stati taggati, sito Web, persone o Pagine che seguono e le 15 ricerche più recenti.”

Come scoprire se un account è stato compromesso

Per scoprire se i pirati informatici hanno avuto accesso ai vostri dati personali, vi basterà cliccare su questo link. Dalla pagina che vi si aprirà, scorrete verso il basso fino a una casella blu chiaro con il titolo “Il mio account Facebook è influenzato da questo problema di sicurezza?” Se il tuo account non è stato compromesso, vedrai un messaggio che dice “Sulla base di quanto abbiamo appreso finora, il tuo account Facebook non è stato influenzato da questo incidente di sicurezza”.

Si tratta di uno scandalo di dimensioni epiche che viene eclissato solo da quello relativo a Cambridge Analytica. Insomma, si tratta di un anno nero per il social network e siamo certi che questi problemi comprometteranno alla grande le vendite dei nuovi smart display Portal.

VIA