Home > News su Android, tutte le novità > Google Pixel 3 XL in video mostra un display da 6,7 pollici e batteria da 3.430mAh

Google Pixel 3 XL in video mostra un display da 6,7 pollici e batteria da 3.430mAh

Google Pixel 3 XL

Google Pixel 3 XL sarà l’ultimo dei top di gamma a venir presentato in ordine cronologico. Nonostante ciò potrebbe essere un problema, il colosso di Mountain View sta facendo veramente i salti mortali per far sì che la nuova generazione di smartphone Pixel possa avere tutto il necessario per rivaleggiare con gli iPhone 2018, attesi a settembre e il Galaxy Note 9 di Samsung presentato giovedì.

Nelle scorse ore il Google Pixel 3 XL è stato protagonista di un video leaked in cui ha mostrato alcune interessanti caratteristiche che hanno contribuito a innalzare l’attesa.

In primo luogo, lo smartphone è stato realizzato con un display dalle dimensioni di addirittura 6,7 pollici con una risoluzione di 1440×2960 pixel e una densità di 494 ppi. Si tratta di un cambiamento drastico rispetto all’attuale modello in commercio.

Il leaker che ha pubblicato il video sul suo canale di Telegram avverte che questa è una versione prototipale, quindi speriamo che il design sia ancora in fase di perfezionamento. Insieme con il display e il design, abbiamo appreso che il Google Pixel 3 XL è dotato del chipset Snapdragon 845, una RAM da 4 GB, 64 GB di memoria interna (non espandibili) e una batteria da 3.430 mAh. Forse quest’ultimo valore è quello che ci fa rimanere più perplessi, dal momento che i brand cinesi hanno dimostrato che inserire batterie molto più capienti su smartphone di queste dimensioni è possibile.

Il comparto fotografico è dotato di un sensore da 12 Mpixel mentre anteriormente può contare su un sensore da 8 Mpixel. Possiamo anche vedere chiaramente una demo del supporto per la funzione “Always On Display” che è stata appena portata alla luce in Android Pie e che Google potrebbe benissimo mantenere un’esclusiva di Pixel 3.

Per dare un’occhiata al video, è necessario che siate registrati a Telegram e che clicchiate su questo link.

VIA