Home > News su Android, tutte le novità > Xiaomi Mi A1: l’update ad Android 8.0 Oreo è stato sospeso per la seconda volta

Xiaomi Mi A1: l’update ad Android 8.0 Oreo è stato sospeso per la seconda volta

Xiaomi Mi A1
Xiaomi Mi A1

Quando Xiaomi ha presentato uno smartphone basato sul progetto Android One il mondo del web ha letteralmente esultato, forse anche di più rispetto all’annuncio dell’arrivo di Xiaomi in Italia. Ma sembra proprio che questo Xiaomi Mi A1 sia nato sfortunato.

Ebbene sì, dopo il primo rilascio di Android 8.0 Oreo e la seguente cancellazione, la società aveva provveduto a rilasciare un secondo update integrato con le ultime patch di sicurezza. Ora anche questo secondo update è stato sospeso.

La cosa strana è che tecnicamente il firmware dovrebbe essere 100% stock e sviluppato in collaborazione con Google. Invece sembra che Xiaomi se la cavi meglio con gli aggiornamenti della MIUI, molto più complessa e personalizzata. Ora aspettiamo un terzo roll out. 

Ricordiamo brevemente le principali caratteristiche tecniche di Xiaomi Mi A1:

  • Display da 5.5″ FullHD con vetro Gorilla Glass
  • SoC Qualcomm Snapdragon 625 con Adreno 506
  • 4GB di RAM + 64 GB di storage (espandibili con microSD)
  • Doppia fotocamera posteriore con 12 megapixel (tele da 50mm) + 12 megapixel (wide angle)
  • Fotocamera anteriore da 5 megapixel
  • Sensore di impronte e porta infrarossi
  • Slot Hybrid Dual SIM (micro + nano/microSD)
  • Connettività: 4G VoLTE, Wi-Fi 802.11 ac (2.4GHz / 5GHz), Bluetooth 4.2, GPS + GLONASS, USB Type-C
  • Batteria da 3.080 mAh
  • Dimensioni: 155,4 × 75,8 × 7,3 mm
  • Peso: 165 grammi 

Ricordiamo che da qualche mese è possibile acquistare alcuni smartphone Xiaomi anche su Amazon. Mi A1 rientra tra questi anche se il prezzo base è di 279 euro. Fortunatamente grazie ad una serie di offerte il prezzo è spesso più basso e si trova a meno di 250 euro. Ma non pensate di comprare questo smartphone per avere un “Google Pixel economico”. Il fatto che fra un ritiro e l’altro ufficialmente sia ancora fermo ad Android Nougat la dice lunga.

Via