Home > News su Android, tutte le novità > Android 8.0 Oreo ufficiale: disponibili al download le factory image | Guida

Android 8.0 Oreo ufficiale: disponibili al download le factory image | Guida

Finalmente ci siamo. Dopo 4 versioni developer preview e numerose indiscrezioni sul nome commerciale, il sistema operativo Android 8.0 Oreo è stato pubblicato ufficialmente sia sulla piattaforma AOSP (pronto a essere scaricato per gli sviluppatori) che per i dispositivi Nexus e Pixel.

Coloro che sono in possesso di un Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus Player, Pixel C, Pixel o di un Pixel XL, hanno la possibilità di aspettare il rilascio dell’aggiornamento via OTA (avviato ma in maniera non troppo rapida) oppure di procedere al download dei file di aggiornamento da installare manualmente oppure ancora di procedere al download delle factory image per un’installazione pulita (la soluzione che consigliamo per Android 8.0 Oreo).

Paradossalmente il rilascio dei file di aggiornamento OTA sta dando alcuni problemi di compatibilità (motivo per cui il roll out è così lento). Fortunatamente il problema è stato risolto negli scorsi minuti.

Download e installazione di Android 8.0 Oreo

Ricordiamo che il flash delle factory image necessita che tutti i dati presenti nella memoria interna dello smartphone vengano cancellati. A tal proposito, vi consigliamo di realizzare innanzitutto un backup preventivo di tutti i dati.

A questo punto non ci resta che lasciarvi ai link per procedere al download delle factory image, in attesa che Google pubblichi anche gli aggiornamenti OTA da poter scaricare e installare manualmente:

Per quanto riguarda l’installazione della factory image, qui di seguito vi lasciamo la nostra guida passo passo:

  • scaricare la più recente factory image
  • estrarre il contenuto nella cartella “platform-tools” presente nell’SDK
  • collegare il proprio smartphone al PC con il Debug USB attivo. Se non attivo procedere come segue  (Impostazioni – Info sul tablet – premere 5 volte su Numero di Build; poi recarsi in Impostazioni – Opzioni sviluppatore – mettere la spunta su Debug USB)
  • aprire il prompt dei comandi e posizionarsi sulla cartella “platform-tools”, ad esempio: C:\nome-utente\Programmi\SDK\platform-tools
  •  digitare nell’ordine le stringhe che seguono dando un invio ad ogni passo:

adb devices (premere invio) – se restituisce un codice, allora il dispositivo è stato correttamente riconosciuto ed è possibile procedere con l’installazione
adb reboot bootloader (premere invio)
fastboot flash bootloader [nome-intero-del-file-bootloader-senza-parentesi-quadre.img] (premere invio)
fastboot reboot-bootloader (premere invio)
fastboot -w update
[nome-intero-del-file-image-senza-parentesi-quadre.zip](premere invio)

A questo punto, lasciando lo smartphone collegato al pc, si riavvierà ed avrete il boot-loader sbloccato.

VIA