Home > News su Android, tutte le novità > Intel ed il taglio ai fondi per i produttori Android

Intel ed il taglio ai fondi per i produttori Android

Forse non tutti sanno che, al fine di aver maggior peso in ambito mobile, Intel finanzia parte della ricerca che i produttori fanno per i loro prodotti Android in cambio dell’adozione dei propri processori. Nello specifico, ciò che Intel finanzia è la ricerca necessaria a modificare la scheda madre dei tablet e degli smartphone per ospitare i propri SoC.

Questa strategia, però, se da un lato fa aumentare il market share del colosso di Santa Clara, dall’altro mina irrimediabilmente il bilancio d’esercizio finale. Secondo alcuni dati provenienti da Stacy Rasgon, analista di Bernstein Research, Intel in media finanzierebbe questa politica con 51 dollari ogni tablet o smartphone. Se pensiamo che ci sono tablet con SoC Intel che costano appena 199 dollari, è possibile rendersi conto che per i produttori è veramente un’offerta che non possono rifiutare.

Tra i produttori che aderiscono a quest’iniziativa troviamo Asus. Mentre siamo in argomento, vi invitiamo a visionare la nostra recensione di Asus ZenFone 4, smartphone equipaggiato proprio con SoC Intel.

Dal punto di vista di Intel, però, questo vuol dire che nel solo 2013, le perdite del settore mobile siano di circa 3 miliardi di dollari, cifra che è destinata ad aumentare fino 4 miliardi alla fine del 2014

A questo punto, dunque, Intel non può più permettersi di continuare con tale finanziamento. Vedremo se nel corso del 2015, attraverso la sua nuova generazione di processori, riuscirà a convincere i produttori senza dare in cambio del denaro.

VIA